Vai direttamente al MENU DI NAVIGAZIONE
Vai direttamente al CONTENUTO
RICERCA
Stemma della Città di Desenzano del Garda Città di Desenzano del Garda

TARI - Tassa comunale sui rifiuti

L'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) E LE SUE COMPONENTI: IMU, TASI E TARI

La Legge 27/12/2013 n. 147 ha istituito la nuova Imposta Unica Comunale (IUC) che si basa su due presupposti impositivi: uno costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore; l'altro collegato all'erogazione e fruizione di servizi comunali.
La IUC è formata da tre componenti:

  1. Imposta Municipale Propria (IMU), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali;
  2. Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) destinato alla copertura dei costi per i servizi indivisibili;
  3. Tassa sui Rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatore.

Tutti i pagamenti vanno effettuati con il modello F24. In caso di errore dell'intermediario (Banca / Posta) o del contribuente, consultare le istruzioni.

Le informazioni di questa sezione sono relative alla componente TARI della IUC.


TARI 2017 - TARIFFE INVARIATE RISPETTO AL 2016

Per l'anno 2017 le tariffe della Tassa sui rifiuti TARI, approvate con deliberazione di Consiglio comunale n. 98 del 20/12/2016, sono invariate rispetto al 2016 e dovranno essere corrisposte alle seguenti scadenze:

  • 1° RATA 16 luglio 2017
  • 2° RATA 16 ottobre 2017

Per il pagamento della tassa rifiuti, prima della scadenza della prima rata, verranno inviati, direttamente a casa, gli avvisi di pagamento con il modello F24 precompilato con gli importi da versare.
L'ufficio Tributi comunale rimane a disposizione per informazioni e per la stampa del modello in caso di variazioni o qualora l'F24 non pervenisse in tempo utile al pagamento.


LA TARI - TASSA SUI RIFIUTI

L'art. 1, comma 639, della Legge 147/2013 (legge di stabilità), ha istituito a decorrere dal 1.1.2014 l'imposta unica comunale nel cui ambito è prevista una componente denominata tassa sui rifiuti (TARI) destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. La TARI sostituisce il previgente tributo comunale sui rifiuti e sui servizi TARES.

PRESUPPOSTO DELL'IMPOSTA
Il presupposto della TARI è il possesso, l'occupazione o la detenzione a qualsiasi titolo e anche di fatto, di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani assimilati. Sono escluse dalla TARI le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali di cui all'articolo 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva.

Si intendono per:

  • locali, le strutture stabilmente infisse al suolo chiuse su tre lati verso l'esterno, anche se non conformi alle disposizioni urbanistico-edilizie, nonché strutture semplicemente postae sul suolo;
  • aree scoperte, sia le superfici prive di edifici o di strutture edilizie, sia gli spazi circoscritti che non costituiscono locale, come tettoie, balconi, terrazze, campeggi, dancing e cinema all'aperto, parcheggi;
  • utenze domestiche, le superfici adibite a civile abitazione;
  • utenze non domestiche, le restanti superfici, tra cui le comunità, le attività commerciali, artigianali, industriali, professionali e le attività produttive in genere.

Sono escluse dal tributo:

  • le aree scoperte pertinenziali o accessorie ai locali di civili abitazioni, quali i balconi e le terrazze scoperte, i posti auto scoperti, i cortili, i giardini e i parchi;
  • le aree comuni condominiali di cui all'art. 1117 c.c. che non siano detenute o occupate in via esclusiva, come androni, scale, ascensori, stenditoi o altri luoghi di passaggio o di utilizzo comune tra i condomini.

SOGGETTI PASSIVI
Soggetto passivo è il possessore o detentore a qualsiasi titolo di locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti.
In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria.
In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a mesi 6 nel corso dello stesso anno solare la TARI è dovuta solo dal possessore a titolo di proprietà, uso, usufrutto, abitazione o superficie.

COME SI DETERMINA IL TRIBUTO
La TARI è corrisposta in base a tariffa commisurata ad anno solare coincidente con un'autonoma obbligazione.
La TARI, si compone di una parte fissa ed una variabile, oltre il tributo provinciale commisurato alla superficie dei locali e delle aree assoggettabili al tributo comunale nella misura percentuale deliberata dalla provincia.
La parte fissa è determinata tenendo conto delle componenti del costo del servizio di igiene urbana (investimenti e relativi ammortamenti, spazzamento strade ecc.).
La parte variabile copre i costi del servizio rifiuti integrato (raccolta, trasporto, trattamento, riciclo, smaltimento) ed è rapportata alla quantità di rifiuti presumibilmente prodotti.
Il regolamento TARI prevede, previa documentata richiesta, la riduzione del 10% della quota variabile in caso di compostaggio domestico.

SUPERFICIE IMPONIBILE
La tariffa è commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte, sulla base dei criteri determinati con il regolamento di cui al D.P.R 27 aprile 1999, n. 158 e sulla base dei criteri determinati con il regolamento per l'applicazione della Tariffa Rifiuti.
Fino all'attuazione delle disposizioni di interscambio catastale, la superficie delle unità immobiliari a destinazione ordinaria iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano
assoggettabile al tributo è costituita da quella calpestabile (ovvero i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature) dei locali e delle aree suscettibili di produrre
rifiuti urbani ed assimilati.
Ai fini dell'applicazione del tributo si considerano le superfici dichiarate o accertate ai fini della TARES / TIA / TARSU.

DICHIARAZIONE TARI
I soggetti passivi del tributo presentano la dichiarazione TARI entro il termine perentorio di trenta giorni dall'inizio dell'occupazioneo conduzione, utilizzando gli appositi moduli messi gratuitamente a disposizione.
Sono comunque valide le dichiarazioni presentate ai fini TARSU/TIA/TARES in quanto compatibili.
La dichiarazione, redatta su modello messo a disposizione dal comune, ha effetto anche per gli anni successivi sempreché non si verifichino variazioni dei dati dichiarati da
cui consegua un diverso ammontare del tributo.

COME E QUANDO SI VERSA
Il contribuente riceverà presso il proprio domicilio fiscale un avviso di pagamento con l'indicazione degli importi e delle scadenze e con allegate le deleghe di versamento F 24 precompilate (per versamenti superiori a 1.000 euro vedi le note).
Per l'anno 2014, sono previste due rate di pagamento con le seguenti scadenze:

  • 1° RATA - SCADENZA 16 LUGLIO
  • 2° RATA - SCADENZA 16 OTTOBRE

Link utili


Settore Tributi

Via Carducci, 4 (1° piano) - Tel. 030 9994230 / 210 - Fax 030 9143700
E-mail tributi@comune.desenzano.brescia.it
Aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30 - giovedì anche dalle 14.30 alle 17.30


Agg. 23/03/2017

 
Sito istituzionale della città di Desenzano del Garda
Via Carducci, 4 - 25015 Desenzano del Garda (BS) - Tel. 0309994211 - Fax 0309143700
C.F. 00575230172 - P.I. 00571140987
Contatti (telefono, e-mail) - PEC (posta elettronica certificata) - Servizi comunali certificati ISO 9001:2008