Vai direttamente al MENU DI NAVIGAZIONE
Vai direttamente al CONTENUTO
RICERCA
Stemma della Città di Desenzano del Garda Città di Desenzano del Garda

Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi

Dal 1° gennaio 2014 la TARES è stata sostituita dalla TARI (Tassa sui rifiuti).

 


ATTENZIONE - SCADENZA TARES

Si comunica che la maggiorazione TARES di cui parlano gli organi di stampa in questi giorni, per il Comune di Desenzano, è stata ricompresa nella seconda rata di pagamento TARES che scadeva il 18 novembre 2013. Pertanto chi ha effettuato detto pagamento non è tenuto ad ulteriori versamenti entro il 24 gennaio 2014.

Chi invece non avesse ancora effettuato il versamento o non avesse ricevuto la bolletta, può rivolgersi all'Ufficio Tributi per ottenerne un duplicato necessario per provvedere sia al pagamento della TARES che della maggiorazione.

Via Carducci, 4 - piano primo
Tel. 030 9994152 - Fax 030 9143700
E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it

Desenzano, 20/1/2014


Novità anno 2013

COMUNICAZIONE DEI DATI CATASTALI

I contribuenti che non abbiano ancora comunicato i dati catastali delle unità immobiliari possedute, detenute, condotte od utilizzate ai fini della TIA/TARES, devono farlo, utilizzando il modulo allegato agli inviti di pagamento inerenti alla TARES 2013.

Il modulo è anche scaricabile dal sito internet del Comune oppure può essere ritirato presso gli sportelli del Settore Tributi e dovrà essere restituito:

  • a mezzo posta all'indirizzo Comune di Desenzano del Garda - Via Carducci, 4 - 25015 Desenzano del Garda (BS);
  • a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo protocollo@pec.comune.desenzano.brescia.it;
  • a mezzo posta elettronica semplice all'indirizzo tributi@comune.desenzano.brescia.it, allegando copia di un documento di identità;
  • a mezzo fax al n. 030 9143700, allegando copia di un documento di identità;
  • a mano al protocollo del Comune.

Si sottolinea che la comunicazione di tali dati è necessaria per la gestione della nuova imposta TARES. Infatti dal 1° gennaio 2014, per le unità immobiliari a destinazione ordinaria, sono necessari gli identificativi catastali, in quanto é necessario operare l'incrocio con la banca dati dell'Agenzia del Territorio, dato che non tutta la superficie sarà computata ai fini del calcolo dell'imposta, ma solo l'80% della superficie catastale (evidente quindi la necessità per l'Ente di disporre dei dati catastali nelle dichiarazioni TIA/TARES).

Inoltre con la Legge finanziaria del 2007 é stato imposto ai soggetti che svolgono attività di smaltimento rifiuti urbani, nonché agli Enti Locali che gestiscono la tassa per lo smaltimento dei rifiuti, di richiedere agli utenti i dati catastali identificativi dell'immobile presso cui il servizio é attivato.

Desenzano del Garda, 8/8/2013


SCADENZE PAGAMENTO TARES 2013

Il Comune di Desenzano del Garda con deliberazione di Consiglio Comunale n. 50 del 9 luglio 2013, dichiarata immediatamente eseguibile, ha posticipato il pagamento del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi TARES per l'anno 2013 stabilendo le seguenti rate:

  • 1^ rata scadenza versamento 16 settembre 2013 (pari al 60% di quanto dovuto a titolo di TARES);
  • 2^ rata scadenza versamento 18 novembre 2013 (comprensiva del saldo pari al 40% di quanto dovuto a titolo di TARES e della maggiorazione pari a 0,30 euro per metro quadrato spettante allo Stato);

Si informa inoltre:

  • che il pagamento potrà essere effettuato in banca o posta solo con il modello F24;
  • che le domiciliazioni bancarie autorizzate in precedenza per il pagamento della TIA non sono più valide.

L'ente provvederà ad inviare a ciascun contribuente l'informativa TARES e i modelli F24 compilati per effettuare i pagamenti alle scadenze previste.

In applicazione dell'art. 10, comma 2, lett. a) del D.L. 08.04.2013, n. 35 il presente avviso è pubblicato sul sito web del Comune di Desenzano del Garda, almeno trenta giorni prima della data di versamento.

Desenzano del Garda, 15/7/2013


COMPOSIZIONE DEL TRIBUTO

Dal 1° gennaio 2013, ai sensi dell'art. 14 del D.L. n. 201 del 6 dicembre 2011, è stata introdotta la TARES (tributo comunale sui rifiuti e sui servizi) in sostituzione della TIA. Il nuovo tributo è suddiviso in due parti:

  • la componente rifiuti, per la quale deve essere assicurata la copertura integrale dei costi del servizio di nettezza urbana (raccolta e smaltimento rifiuti, spazzamento ecc.);
  • la maggiorazione, stabilita in misura minima obbligatoria pari a 0,30 euro per ogni metro quadrato di superficie dell'immobile assoggettato a tributo, a copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili del Comune (illuminazione pubblica, manutenzione delle strade e del verde, sicurezza ecc.).

Questa seconda quota del tributo, pur essendo riscossa dal Comune, è attualmente trasferita allo Stato, per cui non rappresenta una maggiore risorsa per l'Ente locale. Al Comune sarebbe riservato solo l'eventuale incremento deliberato, che, comunque non può eccedere euro 0,10 al mq. Per l'anno 2013 il Comune di Desenzano del Garda non ha applicato questa ulteriore maggiorazione facoltativa.

COME SI CALCOLA LA TARES

La TARES, come la TIA, si compone di una parte fissa ed una variabile, oltre alla maggiorazione per i servizi indivisibili dei Comuni.
La parte fissa è determinata tenendo conto delle componenti del costo del servizio di igiene urbana (investimenti e relativi ammortamenti, spazzamento strade ecc.).
La parte variabile copre i costi del servizio rifiuti integrato (raccolta, trasporto, trattamento, riciclo, smaltimento) ed è rapportata alla quantità di rifiuti presumibilmente prodotta.

COME SI CALCOLA LA SUPERFICIE DA SOTTOPORRE AL TRIBUTO

La tariffa è commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte, sulla base dei criteri determinati con il regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158.
In fase di prima applicazione e fino all'attuazione delle disposizioni di cui al comma 9 bis dell'art. 14 del D.L. 201/2011, la superficie delle unità immobiliari a destinazione ordinaria iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano assoggettabile al tributo è costituita da quella calpestabile (ovvero i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature) dei locali e delle aree suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati. Ai fini dell'applicazione del tributo si considerano le superfici dichiarate o accertate ai fini della TARSU/TIA.
Per le altre unità immobiliari la superficie assoggettabile al tributo è costituita da quella calpestabile, misurata al filo interno dei muri, con esclusione di quella parte con altezza inferiore a m. 1,50.

CHI DEVE PAGARE L'IMPOSTA

Presupposto per l'applicazione del tributo è il possesso, l'occupazione o la detenzione, a qualsiasi titolo e anche di fatto, di locali o di aree scoperte a qualunque uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati.
Si intendono per:

  • locali, le strutture stabilmente infisse al suolo chiuse su tre lati verso l'esterno, anche se non conformi alle disposizioni urbanistico-edilizie, nonché strutture semplicemente appoggiate al suolo;
  • aree scoperte, sia le superfici prive di edifici o di strutture edilizie, sia gli spazi circoscritti che non costituiscono locale, come tettoie, balconi, terrazze, campeggi, dancing e cinema all'aperto, parcheggi;
  • utenze domestiche, le superfici adibite di civile abitazione;
  • utenze non domestiche, le restanti superfici, tra cui le comunità, le attività commerciali, artigianali, industriali, professionali e le attività produttive in genere.

Sono escluse dal tributo:

  • le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili ad eccezione delle aree scoperte operative, sulle quali viene esercitata l'attività aziendale;
  • le aree comuni condominiali di cui all'art. 1117 c.c. che non siano detenute o occupate in via esclusiva, come androni, scale, ascensori, stenditoi o altri luoghi di passaggio o di utilizzo comune tra i condomini.

QUANDO SI PAGA

Il Comune di Desenzano del Garda ha previsto il pagamento in due rate:

  • prima rata a titolo di acconto scadenza luglio di ogni anno
  • seconda rata a titolo di saldo scadenza settembre di ogni anno.

Tali termini possono essere modificati dal Consiglio comunale.

COME SI VERSA L'IMPOSTA

Sarà il Comune ad inviare a ciascun contribuente che ha regolarmente presentato la dichiarazione, e quindi presente in banca dati, l'invito di pagamento, la nota informativa ed i modelli F24 precompilati suddivisi per rate, sulla base del numero di rate di pagamento stabilite con il regolamento comunale TARES.
Il pagamento potrà essere effettuato presso gli sportelli delle Banche e delle Poste. Inoltre i pagamenti potranno essere effettuati tramite i servizi di home-banking e remote-banking messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate oppure online, con Entratel e Fiscoline, collegandosi al sito della stessa Agenzia.
L'Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 37/E del 2/5/2013 ha stabilito i codici tributo per il versamento della TARES:

3944 TARES - TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI
3945 TARES - INTERESSI.
3946 TARES - SANZIONI
3955 MAGGIORAZIONE
3956 MAGGIORAZIONE - INTERESSI
3957 MAGGIORAZIONE - SANZIONI

In allegato, il modello F24 semplificato e le relative istruzioni.

Modalità di versamento della TARES da parte dei soggetti residenti all'estero

Con risoluzione n. 10/DF del 2/12/2013 l'Agenzia delle Entrate ha comunicato le modalità per il versamento da parte dei residenti all'estero.
Qualora non sia possibile effettuare il versamento tramite modello F24:

  • Il TRIBUTO andrà versato con un bonifico direttamente al Comune di Desenzano del Garda utilizzando il codice IBAN: IT14 G050 3454 4620 0000 0044 424 ed il codice BIC: BAPPIT21244 e, come causale C.F. del contribuente; Tributo Tares; annualità di riferimento.
  • La MAGGIORAZIONE, di competenza dello Stato, andrà versata con un bonifico a favore della Banca d'Italia utilizzando il codice IBAN: IT80R0100003245348001150300, indicando il codice BIC "BITAITRRENT" e, come causale, il C.F. o la P.Iva del contribuente o, in mancanza, il codice di identificazione fiscale rilasciato dallo stato estero di residenza, se posseduto; la sigla MAGG. TARES, il nome del Comune e il codice tributo 3955; l'annualità di riferimento.


MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI

Sono comunque valide le dichiarazioni TARSU/TIA già presentate, in quanto compatibili.
I soggetti passivi del tributo presentano la dichiarazione TARES, utilizzando gli appositi modelli, entro il termine di 30 giorni (termine stabilito dal regolamento TARES citato all'art. 32) dall'inizio dell'occupazione o conduzione, variazione e cessazione.
La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi qualora non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo.
La dichiarazione, sottoscritta dal dichiarante, è presentata direttamente agli uffici comunali o è spedita per posta tramite raccomandata con avviso di ricevimento A.R o a mezzo fax, allegando fotocopia del documento di identità, o inviata in via telematica con posta certificata. In caso di spedizione fa fede la data di invio.
Al fine di acquisire le informazioni riguardanti la toponomastica e la numerazione civica interna ed esterna di ciascun Comune, nella dichiarazione delle unità immobiliari a destinazione ordinaria devono obbligatoriamente essere indicati i dati catastali, il numero civico di ubicazione dell'immobile e il numero dell'interno, ove esistente.

DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE

Le tariffe della quota destinata a coprire i costi del servizio rifiuti sono state determinate ai sensi del DPR 158/1999 (metodo normalizzato tariffa rifiuti) e sono stabilite dal Consiglio Comunale.
La quota destinata a coprire il costi dei servizi indivisibili è stabilita dalla legge ed è pari a 0,30 euro per metro quadrato di superficie utilizzata.
Al Comune viene riconosciuta la facoltà di aumentare, con apposita delibera consiliare, la misura base della maggiorazione fino a 0,40 euro/mq. che può essere differenziata in relazione alla tipologia e all'ubicazione dell'immobile.
Per maggiori dettagli si rinvia al regolamento comunale.

Le informazioni suindicate fanno riferimento alla normativa vigente alla data del 17.06.2013, qualora venissero apportate modifiche ed integrazioni normative, si provvederà a darne tempestiva informazione.

 


Agg. 6.12.2013

 
Sito istituzionale della città di Desenzano del Garda
Via Carducci, 4 - 25015 Desenzano del Garda (BS) - Tel. 0309994211 - Fax 0309143700
C.F. 00575230172 - P.I. 00571140987
Contatti (telefono, e-mail) - PEC (posta elettronica certificata) - Servizi comunali certificati ISO 9001:2008