Vai direttamente al MENU DI NAVIGAZIONE
Vai direttamente al CONTENUTO
RICERCA
Stemma della Città di Desenzano del Garda Città di Desenzano del Garda

Piano delle Opere Pubbliche

Il Piano delle Opere Pubbliche è stato adottato con deliberazioni della Giunta comunale n. 188 dell' 11/10/2012 e n. 42 del 7/2/2013 e approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 34 del 9/5/2013.


RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELL'ASSESSORE AI LAVORI PUBBLICI RODOLFO BERTONI

Il Piano Opere Pubbliche, secondo la normativa vigente, è il documento di programmazione degli investimenti nell'arco di un triennio, che viene adottato dalla Giunta comunale entro il 15 ottobre di ogni anno e che, per diventare operativo, deve essere approvato dai Consiglio comunale in sede di Bilancio di previsione. Purtroppo questo strumento, pur mantenendo la sua importanza di indicare la direzione verso cui intende muoversi un'Amministrazione, risente fortemente dei tempi in cui stiamo vivendo, che non consentono di prevedere con puntualità una tempistica di attuazione dei singoli interventi nei diversi settori. Ciò.è dovuto -- come è noto -- all'incertezza di determinate entrate, data dallo scenario di difficoltà economiche in cui si dibattono quotidianamente le famiglie e le imprese. Venendo a ridursi o, nel peggiore dei casi, a mancare tali introiti, diventa necessario ad una Amministrazione rimettere mano alla programmazione definita magari solo alcuni mesi prima ed operare "tagli" o differire opere in annualità successive.

Ed è quello che è successo anche a Desenzano negli ultimi sei mesi. Infatti il POP 2013 e il programma triennale degli investimenti è stato adottato in prima istanza dalla Giunta 1'11 ottobre 2012 (come previsto dalla legge). Successivamente, in data 7 febbraio 2013, la stessa ha deliberato un adeguamento a quel programma di investimenti, annuale e triennale, che stasera è in approvazione da parte dei Consiglio comunale. Questi i motivi che hanno determinato tale adeguamento rispetto alla programmazione iniziale:
1) il mancato introito sui capitolo delle alienazioni di risorse necessarie per realizzare l'ampliamento della Scuola Media Catullo, quindi l'impossibilità di realizzare questo intervento nel 2012 e la necessità di differirlo nel 2013;
2) la scelta di privilegiare un intervento non più procrastinabile e di rilevante importanza primaria quale è potenziamento del serbatoio in località Tassinara, che consentirà già da questa estate di fornire acqua in maggior quantità agli abitanti di Rivoltella e S.Martino;
3) la previsione di minori entrate derivanti da proventi per permessi di costruire, i cosiddetti oneri di urbanizzazione, rispetto a quanto prospettato nell'ottobre 2012 (€ 1.130.000 anziché € 1.610.000), frutto anche di scelte urbanistiche effettuate da questa Amministrazione di non consumo di ulteriore terreno agricolo oltre che della crisi attuale del settore edilizio e di conseguenza la necessità di adeguare il finanziamento di alcune opere sia dal punto di vista delle modalità (con contributi da altri Enti e/o con contributi da privati anziché ricorrere agli oneri) sia dal punto di vista dell'importo complessivo necessario per le realizzazioni indicate. Il che ha significato in pratica la riduzione dell'entità di alcuni stanziamenti e lo slittamento di alcuni interventi ad annualità successive;
4) la previsione della restituzione di oneri a chi legittimamente lo ha richiesto (stimata in € 250.000), che comporterà un'ulteriore minore disponibilità di oneri per manutenzioni e/o investimenti.

Pertanto il Piano Opere pubbliche 2013 può considerarsi ancora un piano di transizione, centrato sulla realizzazione di alcune opere ritenute da questa Amministrazione prioritarie (ampliamento Scuola Media Catullo, riqualificazione zona Maratona, riqualificazione piste ciclabili e/o ciclopedonali; pennello frangiflutti e nuovo alaggio per disabili presso l'area data in concessione alla Lega Navale).

Stiamo parlando di interventi in un settore primario, quale è l'edilizia scolastica, e di interventi sulla fascia a lago o nelle sue immediate vicinanze, tutti con riflessi positivi sul comparto turistico.

Per quanto riguarda poi il Triennale 2013 -- 2015 sono previsti alcuni interventi, quali la prosecuzione della passeggiata a lago dalla Spiaggia d'oro verso Desenzano e altri interventi di riqualificazione e potenziamento di piste ciclabili, che rispecchiano gli intendimenti contenuti nelle linee programmatiche del Sindaco.

Bisogna però aggiungere che un Piano Opere Pubbliche non riporta tutte le opere pubbliche previsionali. Infatti non vengono inseriti quegli interventi di importo inferiore a 100.000 € ed altri previsti da strumenti urbanistici, quali i P.I.I.
Per fare qualche esempio significativo: nell'annualità 2012 sono stati deliberati dalla Giunta quattro interventi, ognuno inferiore a €100.000, che quindi non erano inseriti in quel Piano: uno già realizzato prima di Natale, vale a dire la creazione di più di 50 posti auto nell'ultimo tratto di via Masaccio a servizio di chi usufruisce della stazione ferroviaria; un altro ultimato in questi giorni, cioè il rifacimento di 700 metri di marciapiede in via Colombare di Castiglione (intervento atteso da qualche decennio dagli abitanti di quel quartiere); un altro è in corso d'opera, cioè l'asfaltatura del primo parcheggio a destra a salire in via Vighenzi a servizio della spiaggia del Desenzanino; 'ultimo è la riqualificazione di via Bardolino, una bella via alberata degli anni '60, priva però per diversi tratti di marciapiedi e spesso soffocata dalla sosta selvaggia di auto, i cui lavori verranno effettuati entro questa estate.

Altro esempio: nella precedente seduta il C.C. ha adottato il P.I.I. di via Venezia che prevede la realizzazione da parte dei privati dell'ampliamento del parcheggio del Vallone, che noi consideriamo strategico per il centro storico di Desenzano. Questo standard di qualità aggiuntivo non compare nel P.O.P.
Nella definizione del P.O.P. la Giunta ha fatto naturalmente costante riferimento al programma amministrativo, in particolare al documento approvato dal Consiglio comunale nella seduta del 26 luglio 2012, contenente gli indirizzi generali di governo, che nella parte seconda riguardante l'Ambiente e Territorio sono stati declinati in alcuni obiettivi importanti:
a) tutela e valorizzazione dell'ambiente;
b) salvaguardia del territorio agricolo;
c) impegno a rendere sempre più "vivibile" e "sicura" la città, riqualificando il tessuto urbano;
d) attenzione nei confronti della manutenzione dell'arredo urbano, della qualità della vita dei cittadini e degli ospiti;
e) recupero del sistema a lago;
f) razionalizzazione delle strutture scolastiche e loro costante manutenzione.


Allegati:

Presentazione dell'Assessore al Consiglio comunale del 9/5/2013Pdf 9,70 mb
Piano OO.PP annuale 2013 e Triennale 2013-2015
Parte 1
(schede 1-11)- Parte 2 (schede 12-20)
Parte 1 - Pdf 9,88 mb
Parte 2 - Pdf 7,70 mb

 


Agg. 20/5/2013

 

 
Sito istituzionale della città di Desenzano del Garda
Via Carducci, 4 - 25015 Desenzano del Garda (BS) - Tel. 0309994211 - Fax 0309143700
C.F. 00575230172 - P.I. 00571140987
Contatti (telefono, e-mail) - PEC (posta elettronica certificata) - Servizi comunali certificati ISO 9001:2008